Covid, nuovi prodotti per superare con successo
questa seconda ondata del coronavirus

In fondo ce lo aspettavamo, dopo l’allentamento delle briglie in estate e la prima ondata di freddo, una ripresa del picco dei contagi del Sars Cov-2 era quasi inevitabile. Ma come fare a contrastare il coronavirus in attesa di cure efficaci?

Innanzitutto, il consiglio più valido è quello di prevenire, rafforzando il sistema immunitario, attraverso un’alimentazione sana, completata eventualmente da alcuni integratori (in primis vitamina C e D), purché sotto la guida di specialisti, e uno stile di vita altrettanto sano. Uno stile di vita sano, fatto essenzialmente di una giusta dose di attività fisica, relazioni costruttive e gratificanti e meditazione, senza trascurare il cosiddetto pensiero positivo, sempre più difficile in questo contesto in cui al terrorismo del Covid si sta sostituendo o comunque sovrapponendo il terrorismo del vaccino.

Ma come si coltiva il pensiero positivo? Beh, per esempio dribblando o leggendo con distacco tutte le notizie (vere e false) che aumentano la paura, che siano grafici ufficiali su contagi e morti o denunce di complottismi orditi alle nostre spalle per toglierci salute e libertà personali, notizie che appunto alimentano la sfiducia e la paura, terreno fertile per ogni tipo di malattia. Ma questo spesso non basta, non possiamo non fornire anche consigli pratici: ne avevamo parlato alcuni mesi fa durante la quarantena in un nostro focus:

>> Coronavirus, come il Metodo del dottor Ruffini può contribuire a limitare i contagi

Trattandosi poi di un virus altamente volatile, che rimane sospeso in aria come il fumo di una sigaretta, è sempre valido il consiglio della nonna di far arieggiare spesso gli ambienti prima che si saturino, proprio come se ci fosse un fumatore: la differenza è che il fumo si sente, mentre il coronavirus non ha odore. Inutile dire che non basta uno spiraglio né aprire una sola finestra, ma per cambiare l’aria servono sempre almeno due finestre aperte creando corrente, in modo che da una parte entri l’aria fresca e dall’altra esca quella cattiva.

A tutti questi consigli va aggiunto l’uso consapevole di alcuni prodotti, dal gel igienizzante a base alcolica alle mascherine Ffp2 o, meglio, Ffp3, purché certificate con marchio CE. A tal proposito, ci teniamo a richiamare all’attenzione le contraffazioni: bisogna allenare l’occhio a far distinzione tra il marchio C.E. Comunità Europea e C.E. China Export.

Alla luce di questa esigenza, abbiamo voluto aggiungere ai prodotti Sanaclorìn e Matené, una lista di articoli consigliati per fronteggiare l’emergenza Covid nel migliore dei modi.

Gel igienizzante tascabile

Uno dei fattori maggiori di contagio di ogni virus (e il coronavirus Sars 2 non fa eccezione) è indubbiamente il contatto: basta che una persona infetta porti le dita su qualche mucosa (occhi, labbra, naso) – cosa che facciamo spesso senza accorgercene! – e successivamente tocchi un oggetto, come una maniglia, una penna o semplicemente monete o banconote, e quell’oggetto rimarrà infetto per un tempo variabile in base alla porosità del materiale e altri fattori. Basta che un altro individuo tocchi quell’oggetto e, magari senza accorgersene, gratti gli occhi o il naso, che il virus avrà via libera per colonizzare le sue mucose e il suo organismo. Ecco a cosa serve il gel igienizzante, ecco perché è così importante.

Gel igienizzante flaconi 500 ml

Ma vanno tutti bene? In linea di massima sì, ma per una efficacia assicurata si consiglia una percentuale di alcol superiore al 70% e l’aggiunta di una sostanza emolliente per compensare la disidratazione provocata dall’alcol. Per questo abbiamo optato per il gel Glenova, che ha una percentuale di alcol del 75% e contiene estratto di aloe vera, per lasciare le mani morbide e profumate, oltre che igienizzate, con un rapporto qualità/prezzo davvero unico. Abbiamo messo in vetrina sia le confezioni tascabili da 80 ml col classico tappo flip top, sia i flaconcini da mezzo litro col tappo dispenser, sia il bidone da 5 litri per le ricariche.

Piantana gel igienizzante

A tal proposito, per chi volesse disporre di una torretta all’ingresso della propria abitazione o negozio, abbiamo pensato anche a due soluzioni diverse: la colonnina col porta dispenser e la colonnina col dispenser automatico, dotato del sistema no touch, che, grazie al sensore a infrarossi, eroga il gel al semplice passaggio delle mani.

Abbiamo anche inserito un gel igienizzante che accontenta i più esigenti: un dispenser da 1 litro che contiene alcol oltre l’80% e oli essenziali di tea tree, eucalipto, menta, cannella e chiodi di garofano.

mascherine ffp2

A questa lista non potevano certo mancare le mascherine. In circolazione ce ne sono di ogni tipo: quelle chirurgiche per proteggere gli altri ma non se stessi, quelle con la valvola di sfiato che proteggono se stessi ma non gli altri, quelle di semplice stoffa che non proteggono nessuno ma sono diventate semplici oggetti di moda e altre ancora: per tutti i gusti, tutte le tasche e tutte le esigenze. Noi abbiamo voluto optare per quelle che proteggono realmente se stessi e gli altri, che siano leggere e risultino ben aderenti al viso. Abbiamo dunque scelto delle mascherine FFP2 e FFP3 con certificazione europea (marchio C.E. regolamentare) e prodotte in Italia, per aiutare le nostre aziende e i nostri operai, tenendo conto anche del rapporto qualità/prezzo particolarmente vantaggioso. Senza variare di prezzo, si può scegliere fra 10 mascherine FFP3 e 20 mascherine FFP2.

Alcol alimentare spray

Si tratta di mascherine usa e getta, ma, come avevamo scritto nell’articolo già citato, si può prolungare la loro vita disinfettandole con alcol alimentare. Perché alcol alimentare e non quello comune denaturato? Perché quest’ultimo contiene dei residui potenzialmente tossici che non evaporerebbero con l’alcol rimanendo depositati nella trama della mascherina e che potrebbero venire inalati, sospinti dalla forza dell’inspirazione. Ecco che abbiamo pensato a inserire anche uno spray a base di alcol alimentare pensato proprio per questo utilizzo.

Il kit potrebbe finire qui ma abbiamo voluto dare spazio anche a uno speciale detergente mani pensato per i bambini, per proteggere la loro pelle dagli agenti patogeni e, al tempo stesso, proteggerne la naturale barriera, a base di olio essenziale di pompelmo e tea tree.

Termometro infrarossi

Chiude questa lista un abbinamento di elettronica. Il termometro a infrarossi professionale Idoit, che racchiude ben quattro funzioni in un solo apparecchio: misura la temperatura sulla fronte a distanza, sia per bambini che per adulti, ma può essere usato anche come termometro auricolare. Infine, sostituisce anche il termometro alimentare, permettendo di misurare a distanza la temperatura degli alimenti (come il latte dei bambini).

L’ultimo articolo in vetrina è il saturimetro, che risulta utile in caso di insufficienza respiratoria in maniera non invasiva, per monitorare la quantità di ossigeno nel sangue e i battiti del cuore: funziona come una pinza che viene applicata al dito senza far male, esercitando solo una lieve pressione, e fornisce una lettura in tempo reale.

Scopri tutti i prodotti

Altri prodotti