Sanaclorìn, il biocida alleato del Metodo Ruffini

Sanaclorin

Sanaclorìn è l’ipoclorito di sodio biocida che ormai è diventato sinonimo di qualità, praticità e soprattutto sicurezza.

Qualità

Com’è noto, l’ipoclorito di sodio è una molecola d’uso comune e pertanto ne troviamo in commercio per tutte le esigenze e per tutte le tasche. Sanaclorìn ha voluto ascoltare le richieste dei clienti più esigenti, proponendo un ipoclorito di sodio senza stabilizzanti, conservanti, agenti profumanti o altri additivi. Inoltre può fregiarsi del riconoscimento di biocida, che non tutti gli ipocloriti possono vantare.

Praticità

Sanaclorìn ha ascoltato i clienti anche per delineare la propria offerta. Troviamo infatti flaconi da 250 ml già comodamente diluiti al 6 e al 12%, ovvero secondo le titolazioni indicate dal dottor Gilberto Ruffini per il suo trattamento.

Ma Sanaclorìn ha voluto dare risposta anche agli amanti del fai da te, offrendo la classica confezione da 1 litro in concentrazione del 14-15%, con i contenitori contagocce in vetro scuro e l’acqua bidistillata, qualora non si volesse diluire il prodotto con semplice acqua corrente.

In quest’ultimo caso chi vuole può effettuare da sé le diluizioni al 6% e al 12% seguendo le istruzioni del manuale Curarsi con la candeggina? o, più semplicemente, quelle che Ypo, la mascotte del Metodo, indica agli utenti del sito nella sezione ‘Diluizioni’.

Sicurezza

Ultima per ordine ma non certo per importanza, la sicurezza, che è stata la vera priorità per Sanaclorìn. Fin da quando è entrata nel mercato ha investito nei rivoluzionari tappi con membrana in Goretex, che consente l’eventuale sfiato di gas liberati dalla soluzione senza permettere tuttavia la fuoriuscita di liquido.

Non di rado, infatti, può accadere che con i tappi tradizionali, soprattutto durante il trasporto, i contenitori vadano sotto pressione e arrivino rigonfi, dando l’impressione che possano esplodere da un momento all’altro, con preoccupazione di chi ha ordinato l’articolo.

Da NaClO a SaNACLOrìn, la nuova formula della salute

Il marchio Sanaclorìn nasce da un’intuizione del dottor Gilberto Ruffini che già alcuni anni fa aveva immaginato questo nome. Come suggerisce la stessa parola, si tratta di un prodotto biocida che mira a sanificare l’ambiente, senza escludere l’utilità per la propria salute. Al suo interno, comprende la sigla NaClO, sottolineata dal triangolo grande del logo (il piccolo segna invece l’accento dell’ultima sillaba), che altro non è che la formula chimica dell’ipoclorito di sodio.

I prodotti Sanaclorìn sono distribuiti in via esclusiva dalla Pro-Eko, l’azienda italiana che dal 1983 sviluppa e produce diagnostici in vitro e reagenti chimici destinati a laboratori di analisi e ospedali, con certificazione ISO 9001:2015.

I prodotti Sanaclorìn sono disponibili sulla vetrina del Metodo Ruffini, che rimanda direttamente al sito di vendita.